Sarri, nervi testa alla Juve: tifosi e dirigenza non vedono miglioramento nel gioco

Un passo falso che fa male più al morale che alla classifica. La sconfitta subita dalla Juventus nel posticipo della 21esima giornata del campionato di Serie A contro il Napoli tiene i bianconeri saldamente in vetta visti i pareggi delle inseguitrici Inter e Lazio. Un’occasione persa per la ‘Vecchia Signora’ che, tuttavia, resta ampiamente padrona del proprio destino. Perdere al ‘San Paolo’ ci sta, sebbene la squadra di Gattuso fosse in crisi, ma più che il risultato a preoccupare è la prestazione. La Juve ha vinto molte partite in stagione, ma raramente ha convinto.

Il ‘bel gioco’ chiesto al nuovo tecnico Maurizio Sarri si è visto soltanto a sprazzi e la sua permanenza sulla panchina bianconera è più che mai legata alla conquista di un trofeo importante: scudetto o Champions, altrimenti sarà addio.

In caso di separazione, il nome in cima alla lista dei papabili successori è quello di Zinedine Zidane. Più volte si è paventata la possibilità di un ritorno a Torino del tecnico transalpino, i cui rapporti al Real Madrid sarebbero ai minimi storici. Secondo il portale ‘Todo Mercado’, Zizou avrebbe rinfacciato tre cose al presidente Perez: la mancata cessione di Bale, il mancato acquisto di Pogba e le mancate smentite sul ritorno di Mourinho quando i risultati erano negativi. L’addio a giugno sembra inevitabile, con due opzioni sul suo tavolo: la panchina della Juventus e quella della Nazionale francese qualora Deschamps volesse lasciare il ruolo di Ct.

FONTE: https://www.calciomercato.it/news/362742/calciomercato_juventus_nervi_tesi_scatto_per_il_post_sarri