Juve, Sarri sembra aver deciso già chi escludere contro la Fiorentina

Contro la Fiorentina la “Joya” bianconera non partirà titolare e andrà a sedersi in panchina per lasciare spazio ancora una volta al connazionale Gonzalo Higuain. La posizione di Maurizio Sarri è chiara: Dybala avrà il suo spazio nella Juve, ma sarà il “Pipita” ad affiancare Cristiano Ronaldo in avanti. Una decisione che ovviamente non piace all’ex bomber del Palermo.

I malumori del bomber alimentano le voci su una cessione a gennaio. Le ipotesi sono sostanzialmente due: il Tottenham e il Paris Saint-Germain. Secondo il Daily Mail, gli “Spurs” londinesi sarebbero pronti a inserire nella trattativa il centrocampista danese Christian Eriksen, che ha il contratto in scadenza nel 2020 ed era nella lista di Paratici. Ma Dybala potrebbe entrare anche nel “caso Neymar”. Il brasiliano alla fine è rimasto a Parigi, ma ha sempre la valigia pronta. Il Psg potrebbe quindi prendere in prestito Dybala per poi riscattarlo a giugno dopo aver ceduto “O’ Ney” in Spagna (Real o Barcellona).

Bernardeschi: “Panchina alla Juve? C’è grande concorrenza. Il rapporto con Sarri è ottimo”

Non è stato un inizio di stagione esaltante per Federico Bernardeschi. L’ex Fiorentina non ha trovato spazio nell’11 della Juventus nei primi due impegni di campionato contro Parma e Napoli, collezionando solo 7 minuti al Tardini. Lui, però, è sereno e a proposito della sua condizione fisica ai microfoni di Rai Sport ha detto: “Sì, è un problema, ma fa parte del gioco anche questo. Però io lavoro sempre per farmi trovare pronto. Sappiamo che la Juventus ormai è diventata uno dei tre top club al mondo e quindi la concorrenza è tantissima. Ci sono campioni, ci sono giocatori forti quanto me quindi il mister a seconda da chi vede meglio durante la settimana schiera in campo. Questo ci sta è normale nelle grandi squadre succede sempre così e ci sono tanti giocatori forti che restano in panchina”.

Il mancato impiego con la Juventus si ripercuote anche in nazionale: “Beh certo, però siamo a settembre. Siamo a settembre e ci sono 60 partite da giocare e la stagione è lunga. Io avrò le mie opportunità e sarò pronto quando mi chiameranno, come ho sempre fatto, come ho sempre dimostrato e sono sereno su questo devo dire la verità. E ovviamente poi ogni giocatore ha l’ambizione di giocare tutte e 60 le partite e io sono uno tra quelli. È normale si voglia giocare e che ognuno voglia giocare. Però è normale c’è tanta concorrenza e poi è il campo che dirà la sua”.

FONTE: https://www.tuttosport.com/news/calcio/serie-a/juventus/2019/09/07-60850062/bernardeschi_panchina_alla_juve_c_e_grande_concorrenza_il_rapporto_con_sarri_e_ottimo_/

Lascia un commento