Dybala, arriva la cessione dopo l’esordio in panchina?

La nuova Juventus ha iniziato il suo campionato senza: Paulo Dybala: al ‘Tardini’, contro il Parma, l’argentino è rimasto in panchina per novanta minuti (le riserve entrate in campo sono state Rabiot, Cuadrado e Bernardeschi) sotto gli occhi del suo rappresentante Jorge Antun. Di certo non il modo migliore di cominciare, per la ‘Joya’, il cui futuro è tutto da decifrare mentre il conto alla rovescia verso la fine del calciomercato è già cominciato.

“Dybala in panchina non è legato al mercato – aveva assicurato prima del fischio d’inizio del match il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici -. E’ il numero 10 della Juventus, un grande 10 della Juventus. Siamo contenti che sia con noi. L’inizio del campionato, poi, non solo con Sarri ma anche con Allegri e Conte, ha visto i nuovi spesso con un periodo di adattamento e dunque oggi giochiamo senza nuovi dal 1′. Dybala per Icardi? Mi sembra di aver già risposto due volte… Siamo molto contenti del parco attaccanti che abbiamo, più di questo non posso dire. E’ difficile migliorare la nostra rosa, crediamo di esserci riusciti in questo mercato puntellando le posizioni che avevano bisogno. Davanti ci sono Higuain, Mandzukic, Dybala, Bernardeschi, Douglas e non scordiamoci di Cristiano Ronaldo che dopo un anno sembra quasi uno normale della Juventus. Siamo contenti degli attaccanti che abbiamo, di un parco invidiato da tutti anche a livello internazionale. Ognuno interpreti come ritiene più opportuno queste parole ma, ripeto, siamo contenti di chi abbiamo. Se sommiamo i numeri sono impressionanti, basta e avanza a supportare la mia risposta”.

Al di là di tutto resta forte l’ipotesi legata al trasferimento al Paris Saint Germain dell’ex calciatore del Palermo. Prima, però, bisognerà vedere come andrà a finire la telenovela Neymar.

FONTE: https://sport.virgilio.it/dybala-la-cessione-dopo-la-panchina-allesordio-604479